Dalla produzione sottrattiva alla produzione additiva

La stampa tridimensionale è caratterizzata dal fatto che è un modo completamente nuovo di concepire la creazione di artefatti. Il passaggio fondamentale è da una produzione di tipo sottrattivo a una produzione di tipo additivo. Il modo in cui viene concepita la produzione convenzionale è la produzione sottrattiva, il che significa prendere un blocco solido e rimuovere materiale sino ad ottenere la forma prescritta. Questa è la tecnica utilizzata da Canova per scolpire Amore e Psiche, o il falegname che intaglia il legno. (1) La produzione additiva, invece, costruisce l’oggetto aggiungendo strato su strato sino ad ottenere l’oggetto tridimensionale, ed è il modo di produrre un oggetto che utilizza la stampante tridimensionale. (1)

Produzione sottrattiva

In questo video lo scultore Jago mostra in “time lapse” la creazione di una statua, questa è la tecnica sottrattiva
Amore e Psiche – Canova lo scultore per ottenere la statua ha utilizzato la produzione sottrattiva.

Produzione additiva

Questa è una dimostrazione della produzione additiva che utilizza la stampa 3D

(1) A short history of 3D printing, a technological revolution just started – A. Savini, G. G. Savini

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: